Download La Scienza Dell'Essere Grandi eBook Di Wallace D. Wattles PDF

TitleLa Scienza Dell'Essere Grandi eBook Di Wallace D. Wattles
File Size2.0 MB
Total Pages79
Document Text Contents
Page 1

Wallace Wattles

La scienza
dell'essere grandi

Auralia
edizioni

D
es
ig
n
Em
ili
o
R
iv
er
a

Page 2

1















Wallace D. Wattles

La scienza dell'essere grandi

Page 39

38

percezione della Verità. Ma assicurati che stai ascoltando la voce di Dio, che non stai agen-

do con fretta, ansia o paura.

Confida sulla tua percezione di verità in tutti i fatti o circostanze della vita. Se senti profon-

damente che una uomo sarà sicuramente in un certo posto in un dato momento, vai là con

la perfetta fede che lo incontrerai. Lui sarà là, non importa quanto strano possa sembrare.

Se ti senti sicuro che certe persone stanno facendo certe cose, o certe alleanze, agisci nella

fede che loro lo stiano facendo. Se sei sicuro della verità che certe cose accadono, vicine o

lontane, nel presente, passato o futuro, abbi fiducia nella tua percezione. Potresti fare de-

gli sbagli all'inizio, a causa di possibili fraintendimenti con la tua interiorità. In ogni caso sa-

rai presto guidato nella giusta direzione . Presto i tuoi famigliari inizieranno a dare credito

sempre di più ai tuoi giudizi, ed essere guidati da te. Presto i tuoi vicine e le persone della

città verranno da te per consigli o consulenze. Presto sarai riconosciuto come uno che è

eccellente nel fare piccole cose, e verrai chiamato a curarti di cose sempre più importanti.

Tutto quello che serve è essere assolutamente guidato, in tutte le cose, dalla tua luce inte-

riore: la tua percezione della Verità. Obbedisci alla tua anima, abbi perfetta fede in te stes-

so. Non pensare mai a te stesso con dubbio o sfiducia, come a uno che fa sbagli. " Se giudi-

co, il mio giudizio deve essere giusto, per questo non cerco onore dagli uomini, ma solo dal

Padre".

Page 40

39



CAPITOLO 12: FRETTA E CONSUETUDINE



Non c'è alcun dubbio che tu abbia molti problemi: domestici, sociali, fisici e finanziari e ti

sembra di essere pressato a risolverli immediatamente.

Probabilmente hai dei debiti che devono essere pagati, od altri obblighi che devono essere

portati a termine. Forse ti senti infelice e privo di armonia col l'esterno, e sai che devi fare

un primo passo per uscirne. Non farti prendere dalla fretta e agire in base ad impulsi su-

perficiali. Puoi contare su Dio per la soluzione di tutti i tuoi enigmi. Non c’è fretta. C’è solo

Dio, e tutto nel mondo è perfetto.

C'è un invincibile Potere in te, e lo stesso Potere si trova nelle cose che desideri. Questo

Potere ti porta a loro, come porta loro a te. Questo è un pensiero che devi tenere stretto,

capendo che la stesso Intelligenza che è in te si trova nelle cose che desideri. Esse sono

spinte verso di te allo stesso modo in cui il TUO DESIDERIO ti spinge verso di loro. La ten-

denza, quindi, di un pensiero costantemente creduto deve essere quella di portare le cose

verso di te e di tenerle raggruppate vicino a te. Fintantoché trattieni fortemente il tuo de-

siderio con profonda fede, tutto deve andare per il verso giusto. Niente può essere sba-

gliato, tranne il tuo atteggiamento, che tuttavia non sarà sbagliato se hai fede e non sei

spaventato. La fretta è una delle facce della paura: chi ha paura non ha tempo. Se agisci

con perfetta fede nella tua percezione della verità, non sarai mai troppo in anticipo od in

ritardo, e niente andrà per il verso sbagliato.

Page 78

77

il bene e tutta la saggezza- ciò che noi comunemente chiamiamo uomo, colui che mangia,

beve, pianta, conta, così come noi lo conosciamo, non rappresenta, ma mal rappresenta se

stesso. Noi non rispettiamo questo ma l'anima, di cui egli è organo, se la facesse apparire

attraverso la sua azione, ci farebbe inginocchiare. Quando essa respira attraverso il suo in-

telletto, è genio; quando fluisce attraverso il suo affetto è amore.

E' attraverso la sua legge e non la matematica che il suo progresso va computato. Gli avan-

zamenti dell'anima non sono fatti per graduazione, come se potessero essere rappresenta-

ti da un movimento su una linea retta, ma similmente ad un cambiamento di stato, così

come potrebbe essere rappresentato da una metamorfosi -dall'uovo al bruco, dal bruco al-

la farfalla- gli accrescimenti del genio sono di un particolare carattere che non fa avanzare

l'eletto individuale prima su Giovanni, poi Adamo, poi Riccardo, dando a ciascuno il dolore

di scoprire l'inferiorità, ma attraverso ciascuno spasimo di crescita, l'uomo si espande lì do-

ve lavora, passando ad ogni pulsazione, classi e popolazioni di uomini. Con ciascun impulso

divino, la mente spacca le sottili scorze del finito e del visibile e fuoriesce nell'eternità ed

inspira ed espira la sua aria.

Questa è la legge del guadagno mentale e morale. La semplice ascesa, in virtù della sua

particolare leggerezza, non fa accedere ad una specifica virtù ma alla regione di tutte le vir-

tù. Costoro sussistono nello spirito che le contiene tutte. L'anima è superiore a tutti i parti-

colari di merito. L'anima richiede purezza ma essa non è purezza, richiede giustizia ma non

è giustizia, richiede benevolenza ma è qualcosa di più; così vi è come una discesa ed un ac-

comodamento (sentiti) quando lasciamo fluire la natura morale per far emergere una virtù

che l'anima vuole. Perché per l'anima nella sua azione pura, tutte le virtù sono naturali, e

non dolorosamente acquisite. Quando essa parla al suo cuore l'uomo diviene istantanea-

mente virtuoso. Dentro lo stesso sentimento c'è il germe della crescita intellettuale, che

obbedisce alla stessa legge. Coloro che sono capaci di umiltà, di giustizia, di amore, di aspi-

razioni, stanno sempre su una piattaforma che comanda le scienze e le arti, i discorsi e la

poesia, l'azione e la grazia.

Page 79

78

Chiunque dimori in questa mortale beatitudine, anticipa già quei poteri speciali che gli uo-

mini premiano così grandemente; così come l'amore rende giusti tutti i doni alla ragazza

amata, l'amante non ha talento né abilità che passino inosservate dalla sua amata, per

quanto lei ne possa avere di relativi in minor misura. E il cuore che si abbandona alla Men-

te Suprema si trova relazionato a tutte le sue opere e percorrerà una strada regale tale da

portarlo a poteri e conoscenza peculiari. Perciò, ascendendo a questo primario e aborigeno

sentimento siamo venuti dalla nostra remota posizione sulla circonferenza, istantanea-

mente al centro del mondo, dove, come nella stanza segreta di Dio, vediamo le cause e an-

ticipiamo l'universo, il quale non è altro che un lento movimento.

Similer Documents